“Dopo cinquecento anni” di Valentina Capaldi

“Dopo cinquecento anni” di Valentina Capaldi

Editore Watson Edizioni

“Dopo cinquecento anni”
di Valentina Capaldi

Genere: fantasy – Pagine: 268 – ISBN: 9788898036554

 Acquista ora!

copertina-dopo-500-anni2

 

La storia ha inizio nei primi anni del Cinquecento e ruota attorno a Rakgat e Tighe, i protagonisti principali del romanzo. Il primo è un demone privato dei suoi poteri dalla vendetta di una strega e condannato a vagare per sempre sulla Terra con il corpo di un essere umano; il secondo invece è un ragazzo tramutato, da un’altra strega, in un nano gobbo e deforme.
I due stringono un patto per aiutarsi l’un l’altro a spezzare i rispettivi incantesimi.
Dopo essersi vendicati delle streghe, abbandonano la cittadina inglese dove si trovano per andare alla ricerca del Guardiano, il demone che potrà ridare a Rakgat i suoi poteri.
Aiutati da Coemgen, uno strano demone con la capacità di mutare forma e ossessionato dalla bellezza, i due giungeranno fino all’America Latina, nella terra dei Mexicas.
Purtroppo la loro ricerca si rivela infruttuosa e cinquecento anni dopo gli stanno ancora dando la caccia.
Ma alcune cose sono cambiate in tutto questo tempo e la natura demoniaca di Rakgat comincia a vacillare. Infatti, quando lui e Tighe trovano una neonata in una chiesa, il demone decide di tenerla con sé…

 

 

Acquista ora!

One Comment on ““Dopo cinquecento anni” di Valentina Capaldi

  1. Si dice che il fantasy italiano sia poco brillante. Che stenti a decollare. Che sia sempre banale, di nicchia, relegato alla serie b rispetto a quello che arriva dal nord Europa o da oltreoceano.
    Il libro della Capaldi rappresenta la conferma del contrario: il fantasy italiano è valido, eccome, e si fa sentire.
    La cosa che colpisce maggiormente è lo studio approfondito e dettagliato di ogni singolo passaggio (scenografico, storico, psicologico): nel mondo in cui un demone privato dei suoi poteri deve imparare da zero a vivere, attraverso epoche diverse e in zone geografiche disparate, la scrittura corre via senza incoerenze. Le ambientazioni sono a dir poco spettacolari (soprattutto il mondo azteco: incredibile la ricostruzione dei dettagli), la storia è avvincente e i singoli personaggi (anche quelli di “contorno”) hanno precise caratterizzazioni psichiche e fisiche.
    Questo è il fantasy che vogliamo leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>