Oggi è . Sono le ore

Arriva in libreria
“Il mangiabambini”
di Ignazio Rasi

Genere: Thriller – Pagine: 294 – ISBN: 9788898036837

Acquista ora!

copertina-il-mangiabambini

Roma. Laura Rivelli, otto anni, scompare in un grande magazzino. Ventiquattr’ore dopo il suo corpo viene ritrovato, orrendamente mutilato, a Fiumicino. Nella spazzatura. Il caso resta irrisolto. Nessuna pista, nessun indizio. Roma. Otto anni dopo. L’ispettore Camarda e il sovrintendente Perinetti sono alle prese con un fallito tentativo di rapina a mano armata quando ricevono l’ordine di andare a prelevare a Fiumicino Linda Cohen, agente dell’FBI. Una donna sicura, determinata e specializzata su “Soggetti particolari”. La morte è il suo mestiere. Ma questa volta la morte le porta una storia che non avrebbe mai voluto ascoltare: là fuori, in agguato, c’è un serial killer astuto e feroce, un perverso assassino. È l’uomo che ha mutilato Laura Rivelli otto anni prima e che ha ucciso altri bambini, tutti della stessa età. Madrid, Svizzera, Birmingham, Dusseldorf, Vienna, Norvegia, Parigi: otto omicidi apparentemente senza collegamento tra loro. Otto casi irrisolti. Otto paesi diversi. Otto vittime uccise senza alcun motivo.

Chi è l’assassino? Perché li uccide? E cosa si nasconde dietro il numero otto? Una volta percepito il sottile filo che unisce indissolubilmente i delitti, Linda parte per la sua crociata personale che ha luogo proprio nella capitale, la città dove si è tenuto il battesimo di sangue dell’assassino. Si troverà a scandagliare la mente del killer e quella che sembra una difficile indagine diventerà un’ossessione, qualcosa la lega al mangiabambini. Una corsa contro il tempo per salvare l’ennesima vittima, colpi di scena, ritmo incalzante e un finale sorprendente che vedrà l’agente dell’FBI e il mangiabambini impegnati in un faccia a faccia duro e crudo per una resa dei conti che sconvolgerà il lettore.

Acquista ora!

Tags:

6 comments

  1. Ringrazio di cuore l’autore, perché mi ha dato la possibilità di leggere un genere che non amo molto. Pur essendo una fervida lettrice, infatti, avrò letto in tutta la mia vita non più di dieci thriller e, al massimo, una dozzina di gialli: non ho il fegato per leggere quella roba, insomma.
    Ho iniziato a leggere “Il mangiabambini” solo in virtù della simpatia per questo scrittore emergente: motivazione puramente affettiva, quindi. Una volta iniziato, però, il romanzo è scivolato via con una velocità inaspettata e in tre giorni l’ho letteralmente divorato. Sono stati, però, tre giorni molto duri, una specie di travaglio. Sono passata dall’odio verso il protagonista e verso l’autore, alla curiosità, allo sbigottimento, alla compassione e, infine, all’amore.
    La storia mi ha coinvolto, mi ha travolto, mi ha stravolto. Ma l’emozione più forte è stata la scoperta, pagina dopo pagina, di uno scrittore privilegiato, perché realmente dotato. Ne consegue una profonda e sincera ammirazione per lo stile di Ignazio Rasi: uno stile asciutto, diretto, lucido, ma forte e appassionato, in grado di arrivare alle viscere e all’anima del lettore, trascinandolo audacemente, senza mollarlo mai.

  2. Bel libro scorrevole e fluido ti tiene incollato al testo dalla prima all’ultima pagina.
    Consigliatissimo come regslo di natale.
    Complimenti all’autore

  3. Adoro i thriller e devo dire che “il mangiabambini” mi ha davvero emozionato..mi ha lasciato col cuore in gola fino alla fine!complimenti ad Ignazio Rasi con l’augurio che questo sia una un punto di partenza per la tua carriera da SCRITTORE!Aspettiamo il prossimo capolavoro!

  4. Questo e’ il solo genere di libri che leggo. La storia e’ ricca di colpi di scena. Letto in due giorni, aspetto l’uscita della prossima pubblicazione che sono sicuro sara’ una storia ancora piu’ coinvolgente. Complimenti all’autore Ignazio Rasi.

  5. Ho letto questo libro in due giorni e l’ho apprezzato molto soprattutto per alcuni aspetti che intendo mettere in rilievo: innanzitutto, trovo che la storia sia sapientemente strutturata per tenere il lettore in suspance, pieno di curiosità, intrigato. Non scade mai nel banale, si regge su connessioni logiche essenziali. Inoltre, mi ha colpito l’energia che traspare dai contesti descritti: direi che la narrazione e’ coinvolgente, si riescono a vedere i luoghi e le espressioni dei protagonisti, sembra di essere partecipi dello spirito con il quale essi affrontano le indagini. Infine, l’autore riesce ad umanizzare l’assasino ed a trasformare il lettore da giustiziere agguerrito a essere umano semplicemente solidale.

  6. Decisamente avvincente !!! Consigliatissimo agli amanti della buona lettura! Complimenti all’autore che con le sue parole ha saputo creare il climax perfetto ! Bravissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *