Vincent Van Gogh. Autoritratto con spada giapponese – di Andrea Berneschi

Terzo volume della collana RITRATTI

 

Vincent Van Gogh, fin da giovane, scopre il suo amore per la pittura e aiutare il prossimo.
Un giorno, all’improvviso, percepisce una voce estranea nella testa, un ospite che vuol farsi chiamare il Caduto.
Mentre svolge il ruolo di predicatore in una zona mineraria del Borinage, alcuni operai chiedono il suo aiuto contro un’apparizione demoniaca che si sarebbe rivelata nelle profondità delle miniere.
Allora La voce si fa risentire…
Arles, Dicembre 1888
Il trentacinquenne Vincent Van Gogh si è tagliato un orecchio ed è ricoverato al manicomio Hotel-Dieu. Vincent non rivela le vere cause della mutilazione; dice che se lo è tagliato da solo, ma il fratello Theo non gli crede.
Intanto qualcosa è in agguato fuori dalle mura del manicomio e Vincent sa di cosa si tratta.

 

 

 12.00

Categorie: ,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vincent Van Gogh. Autoritratto con spada giapponese – di Andrea Berneschi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *